Azienda Agricola Grappi Luchino utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Grotte da visitare in Val d’Orcia, la Buca del Beato

09/08/2021


CONDIVIDI





DESCRIZIONE




Cercate una dimensione più nascosta della Val d’Orcia? Siete amanti della speleologia? Oppure siete semplicemente pronti a partire alla ricerca di grotte meravigliose e pressoché incontaminate?
Se amate il contatto con la natura, pedalare in mezzo a vallate traboccanti di colori unici, ma soprattutto amate andare alla scoperta di grotte pressoché inesplorate, questo articolo fa per voi!
La nostra destinazione si chiama La Buca del Beato, complesso di caverne naturali situate vicino Monticchiello. Potete raggiungere Monticchiello, arrivare al campo sportivo dove vi troverete sulla destra l’ingresso del sentiero nel bosco per raggiungere la nostra destinazione a piedi. Approfittatene per scattare tante foto del paesaggio e poi proseguite verso la Buca del Beato, raggiungibile in un’ora e mezza a piedi!
Potete raggiungere Monticchiello, arrivare al campo sportivo dove vi troverete sulla destra l’ingresso del sentiero nel bosco per raggiungere la nostra destinazione a piedi. Approfittatene per scattare tante foto del paesaggio e poi proseguite verso la Buca del Beato, raggiungibile in un’ora e mezza a piedi!

Per maggiori informazioni sui luoghi che non potete assolutamente perdervi in Val d’Orcia cliccate QUI



La Buca del Beato




Buca del Beato

Ci troviamo nella zona di Monticchiello, precisamente all’interno della valle della Tresa: qui tra querce, lecci e scoscese pareti rocciose si trova la nostra Buca del Beato.
Il nome trae origine dal fatto che il Beato Giovanni Benincasa trascorse qui più di vent’anni. Queste profonde insenature, originatesi dalla roccia calcarea, diedero così rifugio intorno al 1400 al carismatico eremita e taumaturgo, venerato per secoli anche dopo la sua morte.
Vi troverete in una zona della Val d’Orcia davvero suggestiva: intorno alle grotte, vi è la profonda gola del torrente, contornata da cascate e laghetti naturali.
L’uomo qui non è riuscito ad arrivare e finalmente potrete godervi la vostra “discesa” alla Buca del Beato. Per gli amanti delle passeggiate all’aperto questo angolo di paradiso tra le suggestive grotte ne fanno un luogo imperdibile!
Inoltre, se amate sentire di antiche leggende, la figura del Beato è legata a doppio filo con una serie interminabili di racconti, non vi resta che scoprirli tutti…


Gli ingressi





Buca del Beato, ingresso

Questa caverna presenta tre ingressi a differenti altezze nella parete destra del torrente Tresa, il torrentello che attraversa la vallata (anche se in Val d’Orcia, la Tresa è femminile).
Fu proprio nell’ingresso superiore che visse Giovanni Benincasa (1375-1426), che dopo aver soggiornato in vari luoghi si stabilì in questa cavità dove morì. Raccomandiamo assoluta prudenza in questo punto: l’accesso è assolutamente difficile e richiede scarponi, funi, torce elettriche e soprattutto persone esperte.

L'altro ingresso, quello inferiore si apre nella stessa parete della gola, ma si trova in un punto decisamente più accessibile. Al livello del torrente, ecco l’ingresso soprannominato Sala degli Scavi. Qui vennero ritrovati reperti neolitici, dell'età del bronzo e di epoca romana e medioevale. Possiamo accedere alla Sala del Trono, la più ampia di tutta la buca, così nominata per un singolarissimo gruppo centrale di stalagmiti che si trovano al suo interno.


La storia del Beato Giovanni, tra storia e leggende





Orme del Diavolo

Secondo la ricostruzione più accreditata, Giovanni Benincasa nacque a Montepulciano nel 1375 e, religioso con forte vocazione alla vita eremitica, si stabilì a Monticchiello, dove rimase per vent’anni fino alla sua morte.
Stimato taumaturgo, dopo la sua morte il suo culto crebbe ancora di più: si narra delle sue lotte contro il demonio, che egli avrebbe scacciato facendolo saltare oltre il baratro.

Sarebbero poi rimaste le impronte impresse sull'orlo del precipizio, tuttora visibili, chiamate le Orme del Diavolo; altra versione indica invece fosse Giovanni a cavallo che sfuggendo al diavolo, avesse impresso le zampe dell’animale per sempre nella roccia.
Anche la salma dell’eremita non ebbe vita facile: vari conventi e vescovi si contesero le sue membra per secoli, e durante la beatificazione gli furono attribuiti svariati miracoli, che lo resero ancor più celebre.

Ecco qui un fantastico percorso che coniuga natura, avventura, dinamismo e… un pizzico di mistero! Approfittate della vicinanza con il nostro agriturismo Castello di Spedaletto per esplorare queste fantastiche terre che sapranno riempirvi gli occhi e il cuore.
Al vostro ritorno, siamo sempre pronti ad accogliervi nel cuore della più assolata Val d’Orcia, dove potete gustare una delle nostre specialità gastronomiche di produzione propria, grazie al nostro Mulino accanto all’agriturismo. Qui produciamo pane, pasta e farine dei nostri campi, e potrete assaggiare le nostre specialità per poter concludere veramente in bellezza una giornata in Val d’Orcia!

Per scoprire di più sul nostro Mulino Val d'Orcia, clicca QUI




Blog Description

Castello di Spedaletto ti propone dei luoghi e dei percorsi di interesse per rendere più gradevole il vostro soggiorno in Val D'Orcia.

TAG

Visitare (11)

Scoprire (14)

Eventi (10)

Itinerari (19)

Borghi (20)

Natura (7)

Vino (3)

Storia (9)

Cultura (6)

Musica (1)

Paesaggio (1)

Cucina (1)

(16)

Terme (2)

Relax (1)

Val d'Orcia (8)

Natale (3)

Agriturismo (1)

Neve (1)

Pienza (1)

Cosa fare (1)

Toscana (1)

Bibi (1)

Cosa Fare (1)

Film (1)

Moto (1)

Itinerario (1)

Sapori (1)

Fotografia (1)

Trekking (1)

Arte (1)

Teatro (1)

TERME (1)

NATURA (1)

VISITARE (1)

natura (2)

val d'orcia (1)

visitare (1)

visitare (1)

val d'orcia (2)

Val d'Orcia; Natura; Visitare; (1)

Visitare; Val d'Orcia; Storia; (1)

natale (1)

mercatini (1)

prodotti tipici (1)

week end (1)

voucher (1)

val d'orcia (1)

Visitare; Val d'Orcia; Paesaggio (1)

Visitare; Val d'Orcia; eventi; (1)

Val d'Orcia; Storia;UNESCO (1)

trekking (1)

valdorcia (1)

natura (1)

Visitare; Val d'Orcia; Sarteano; (1)

visitare; Itinerario: turismo (2)

picnic (1)

Trekking; Val d'Orcia; natura (2)

etruschi; tesoro; Toscana (1)

eventi; estate; val d'Orcia (1)

visitare; Itinerario; bicicletta (1)

eventi; estate; Val d'Orcia (1)

val d'orcia; eccellenze; cibo; (1)

val d'orcia; matrimonio; sposarsi; (1)

val d'orcia; eccellenze; vino; (1)

visitare; siena; 4 cose (1)

crete senesi; san giovanni; tartufo; (1)

val d'orcia; cinema; visitare; (1)

crete senesi; san giovanni; bosco; (1)

vino; montepulciano; evento; (1)

terme; benessere; spa; (1)

Val d'orcia; Fuga; amore; (1)

Val d'orcia; matrimonio; amore; (1)

trekking; bici; natura; (1)

trekking; val d'orcia; natura; (2)

terme; relax; Toscana; (1)

itinerario; val d'orcia; natura; (3)

unesco; borghi; vacanze; (1)

cibo; relax; Toscana; (2)

unesco; borghi; val d'orcia; Alberto Angela; (1)

Bike (1)

fotografia (1)

val d'Orcia (1)

instagram (1)

Recent Post

Tagliatelle di farro, salsa d'aglione, crema di asparagi e vongole

Tagliatelle di farro, salsa d'aglione, crema di asparagi e vongole

Qui al Castello di Spedaletto, troverete un agriturismo perfetto se cerca...


Read more

Perché visitare la Val d’Orcia in inverno

Perché visitare la Val d’Orcia in inverno

Spesso nominando la Val d’Orcia subito pensiamo a strade assolate, cipressi mossi dal v...


Read more

Le Terme naturali Bagni San Filippo, opera d’arte naturale

Le Terme naturali Bagni San Filippo, opera d’arte naturale

Siete in Val d’Orcia alla ricerca di relax e posti mozzafiato? Siete amanti delle te...


Read more

Mercatini di Natale a Montepulciano

Mercatini di Natale a Montepulciano

State già pensando alle vacanze di Natale? Amate visitare i Mercatini nataliz...


Read more

Esplorando la Val d’Orcia, alla scoperta della Via del grano

Esplorando la Val d’Orcia, alla scoperta della Via del grano

Se amate uscire dalle tratte turistiche convenzionali ed esplorare la natura att...


Read more

Alla scoperta del Monte Amiata

Alla scoperta del Monte Amiata

Amanti del foliage? O più semplicemente amate passeggiare nei boschi, magari alla ricer...


Read more

Alla scoperta della Faggeta di Pietraporciana

Alla scoperta della Faggeta di Pietraporciana

Siete amanti del foliage e delle passeggiate nei boschi? Il foli...


Read more

Gusto e relax in Val d’Orcia

Gusto e relax in Val d’Orcia

In Val d’Orcia ogni scorcio sa impressionare ed ammaliare, ed alcuni luoghi sono perfet...


Read more

Val d’Orcia, sei borghi medioevali da visitare

Val d’Orcia, sei borghi medioevali da visitare

Amanti della storia e dell’architettura medioevale? La Toscana è una regione...


Read more

Tre giorni in Toscana in bici tra i borghi più panoramici della Val d’Orcia

Tre giorni in Toscana in bici tra i borghi più panoramici della Val d’Orcia

Appassionati di bici? E di bei posti da visitare? Magari non avete ancora visitat...


Read more

I migliori luoghi da fotografare in Val d’Orcia

I migliori luoghi da fotografare in Val d’Orcia

La Toscana è ovunque bella, ma diciamolo, la Val d’Orcia un po’ di più. La Val d’Orc...


Read more

Grotte da visitare in Val d’Orcia, la Buca del Beato

Grotte da visitare in Val d’Orcia, la Buca del Beato

Cercate una dimensione più nascosta della Val d’Orcia? Siete amanti della speleo...


Read more